Follow my blog with Bloglovin

Raimondo Fanale

web(re)sponsability

io non so se so

Scritto da Raimondo Fanale • Mercoledì, 18 aprile 2007 • Categoria: Generale

oddio... il colpo di frusta preso oggi mi ha forse lasciato stordito.

Stavo leggendo amabilmente questo articolo sul NY Times, e mi è venuta sete. Nel senso che dopo aver letto le frasi che riporto


That they fail so frequently implies either that they aren’t studying their own successes carefully enough or that they are not paying sufficiently close attention to the changing preferences of their audience.

The common-sense view, however, makes a big assumption: that when people make decisions about what they like, they do so independently of one another. But people almost never make decisions independently . . .

mi sono alzato dalla poltrona, ho preso un bel bicchiere d'acqua. la mia sigaretta e mi sono messo a scrivere che non so se so.



Ovvero non so :

  • se i sistemi informatici che curo avranno successo
  • se i software che creo o progetto avranno quello viene chiamato "ampio respiro"
  • se le scelte fatte nel lavoro così come nella vita privata mi porteranno dove spero.

Un buon analista economico mi potrebbe dire: ma fai una bell'analisi di mercato e dei pregressi!!!

Così come un analista (e basta...) mi potrebbe dire che soffro di strane fobie.

Eppure io continuo a non sapere. E quello che non so non è la risposta ma è la domanda. Cerco di spiegare meglio il concetto.

  1. Compro un biglietto della lotteria. Non mi chiedo come spenderò i soldi, ma mi chiedo se posso vincere.
  2. Esce un nuovo film di Spielberg: so che sicuramente farà soldi. Quanti? boh, la quantificazione esula dal tema di questo post. Quindi dico genericamente soldi.
    Ma non è un parametro sufficiente.
  3. Alcuni amici girano un video. Farà soldi? non mi sembra ancora la domanda giusta.

Allora mi avvicino al concetto: la domanda che in questo caso non sapevo non è "quanti soldi faccio" ma quanti vedranno il film/video? 6 milioni di spettatori per Spielberg e 30 persone per il video dei miei amici se si riesce ad organizzare una buona serata.

Ovvero si può estrapolare che in assenza di un percorso, non si riesce a focalizzare nè la causa nè l'effetto e questo genera il difetto della domanda. Soprattutto se ci si basa su dei pregressi diventa fondamentale porre la giusta domanda e consolidare il risultato o il pattern causa/effetto/causa.

Ci sono tanti altri casi in cui non so se so... la domanda, anche se provo a teorizzarne alcune.

  1. I sistemi informatici che curo: sono stabili? vengono utilizzati?
  2. I software che creo o progetto: sono usabili? hanno soddisfatto l'utilizzatore?
  3. Le scelte che ho fatto nel lavoro così come quelle fatte nella vita privata... beh ... scusatemi ma questi sono affari miei ;-)

| Top Exits (0)
3599 hits
Twitter Bookmark io non so se so  at del.icio.us Facebook Google Bookmarks FriendFeed Digg io non so se so Mixx io non so se so Bloglines io non so se so Technorati io non so se so Fark this: io non so se so Bookmark io non so se so  at YahooMyWeb Bookmark io non so se so  at Furl.net Bookmark io non so se so  at reddit.com Bookmark io non so se so  at blinklist.com Bookmark io non so se so  at Spurl.net Bookmark io non so se so  at NewsVine Bookmark io non so se so  at Simpy.com Bookmark io non so se so  at blogmarks Bookmark io non so se so  with wists wong it! Bookmark using any bookmark manager! Stumble It! Print this article! E-mail this story to a friend! Identi.ca

0 Trackbacks

  1. Nessun Trackbacks

0 Commenti

Mostra commenti (Cronologicamente | Per argomento)
  1. Nessun commento

Aggiungi Commento


Standard emoticons like :-) and ;-) are converted to images.


I commenti sottoposti sono soggetti a moderazione prima di essere mostrati.